Questo sito utilizza i cookies
Questo sito raccoglie dati statistici sulla tua navigazione mediante cookie, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti i cookie.

Il caffè previene il Cancro al Colon Retto

Bere caffè porta effetti benefici sul corpo ma soprattutto sull'intestino previene e limita lo sviluppo di cancro al colon retto.

La dottoressa Stephanie Schmidt è specializzata nello studio del cancro e sul Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, con i suoi collaboratori, hanno pubblicato tramite ricerche effettuate in Israele il rapporto inverso che esiste tra consumo di caffè e rischi di sviluppare un cancro al colon retto, significa che il caffè esercita effetti neuroprotettivi e di prevenzione nei confronti della formazione del cancro al colon retto.

Il caffè previene il cancro al colon

Il Cancro al Colon


La maggioranza dei tumori colon rettali nasce dalla trasformazione in senso maligno di polipi intestinali, ovvero a piccole escrescenze dovute al diffondersi delle cellule della mucosa intestinale. Questa tipologia di tumore viene curata tramite interventi di chirurgia mirati alla rimozione del tratto intestinale interessato.

 

Canco al colon retto


Abbiamo già spiegato in modo generale nel nostro articolo le proprietà benefiche del caffè che contiene delle sostanze protettive per l'essere umano in particolare la caffeina ed anche i melanoidini, diterpeni e polifenoli.

Da tempo il caffè è ritenuto avere un effetto di prevenzione e di protezione verso il cancro al colon retto, tutto ciò può dipendere da alcune modifiche indotte nel microbiota, antiossidante, antimutagenico, dalla riduzione nella secrezione, quindi produzione, di bile e da un'azione benefica sulla motilità intestinale, effetti di una irregolare motilità intestinale sono la diarrea e la stitichezza.

 

Lo Studio ed i benefici del Caffè

La dottoressa Schmidt ed il suo team hanno realizzato uno studio condotto su 5145 pazienti con cancro del colon retto e 4097 controlli sui pazienti, somministrando loro un questionario considerando vari elementi di ricerca come il caffè assunto, la sede di origine del tumore e l'etnia, riscontrando una riduzione del 26% nel rischio di sviluppare ed accrescere il cancro colon rettale.

Questi dati sono confermati con tutti i diversi tipi di caffè:

  • il normale
  • decaffeinato
  • espresso
  • solubile
  • filtrato 

così da permettere l'identificazione di un rapporto quantitativo di assunzione del caffè, 3 o più tazze di caffè al giorno evidenziano una riduzione del rischio.

Grazie a questa ricerca si possono confermare il possibile effetto benefico sui pazienti con patologie digestive ed i precedenti studi tenendo in considerazione anche i limiti del lavoro.

Cancer Epidemiol Biomarkers Aprile 2016